Bellante sorge ad oltre 345 m. di altezza s.l.m.
Il paese, che conta (alla data del 31.12.2009) n. 7.437 abitanti, fonda la sua economia sulla piccola industria, sull’artigianato e sull’agricoltura.
ll borgo di Bellante è di origine medievale e di quell’epoca conserva un tratto delle antiche mura con la porta di accesso al borgo, anticamente fortificato.
Di notevole pregio è la chiesa parrocchiale di Santa Croce, di cui è possibile ammirare il portale rinascimentale e l’alto campanile.
Bellante è anche centro di interesse archeologico: infatti nel 1869, in località Collemoro, venne rinvenuta una stele di epoca preistorica con iscrizioni a caratteri osci, il cosiddetto “ Cippo di Bellante“, attualmente conservato presso il Museo Nazionale di Napoli.
Nel capoluogo inoltre sono ancora presenti le rovine dell’ormai diroccato  Convento  dei  Carmelitani.

Passeggiata per il Centro Storico di Bellante Capoluogo
Addentrarsi nei vicoli del centro storico ammirando le antiche mura che lo circondano.
Passeggiando per Borgo Bastione ammirare il Palazzo Tattoni, e se aperto, visitate il laboratorio dell’artista Nicola Biondi, noto per le sue pitture effettuate con ritagli di francobolli.
Proseguire la passeggiata e visitare la  Chiesa Parrocchiale di Santa Croce.
In Piazza Arengo non tralasciare di osservare il  vecchio Palazzo Comunale, ora sede della Scuola dell’Infanzia privata “Tattoni”.
Inoltrandosi per  Corso Gualtieri si arriva in  Piazza Mazzini, dove si trova la  sede comunale.
Qualche altro passo ancora e si giunge al Belvedere, da dove è possibile guardare la vallata circostante ed i paesini limitrofi. A destra del Belvedere è possibile sostare davanti al  Monumento ai caduti della 2ª guerra mondiale.
Se fate la vostra passeggiata in una bella giornata limpida, potrete ammirare, dalla Pineta Comunale gli splendidi squarci di vista sul mare.
Se invece vi trovate a  Bellante nel momento in cui il giorno lascia il posto alla sera, lasciatevi incantare dagli splendidi e cangianti colori del tramonto.

Passeggiata per il Centro Storico di Ripattoni
Proseguite la vostra passeggiata percorrendo la vecchia strada provinciale che conduce nella frazione di  Ripattoni
Arrivati al borgo antico, ammirate il  Palazzo Saliceti, dove ebbe i natali  Aurelio Saliceti. Attualmente il palazzo è di proprietà comunale, e, sino al 6 aprile 2009 è stato sede di una sala teatrale, della Biblioteca e Ludoteca Comunale e dell’Agenzia Comunale Informagiovani.
Prima di lasciare Ripattoni non mancate di visitare la chiesa parrocchiale e la torre campanaria e, proseguendo il cammino, qualche chilometro più avanti, troverete l’antica  Chiesa di Santa Maria in Herulis.

 

Pensieri su Bellante
Mi piace passeggiare per Bellante, percorrere i vicoli, guardare gli archetti, gli scorci di mare e della pineta che si intravedono da Via del Palazzo. Scoprire le antiche mura, ammirare la torre della Chiesa di Santa Croce, il vecchio palazzo comunale con i suoi smerli antichi. E’ bello guardare il Torrione, il Palazzo Tattoni, i ricchi balconcini.
In una bella giornata primaverile è bello osservare le rondini che fanno mille volute tra campanile e palazzi e lo svolazzare dei piccioni con il loro caratteristico verso.