Bellante, 23 gennaio 2024

Il progetto INCLUDI LAVORO è finanziato da fondi pubblici ed è pertanto completamente gratuito. Per la realizzazione delle attività le risorse disponibili sono stanziate dalla Regione Abruzzo a valere sull’Avviso pubblico «PR FSE+ Abruzzo 2021-2027 – Obiettivo di policy 4 “Un’Europa più sociale” – Priorità III “Inclusione e protezione sociale” – Obiettivo specifico k – Scheda di intervento 3.k.8.1 – Avviso “ABRUZZO INCLUDE 2”» pubblicato ed approvato con D.D. n. DPG022/142 del 12/07/2023 così come rettificata dalla D.D. n. DPG022/176 del 13/09/2023 e dalla D.D. n. DPG022/182 del 25/09/2023.

I beneficiari dovranno essere in possesso dei seguenti requisiti:

  1.  essere utenti, anche nuovi richiedenti, di uno dei seguenti Servizi Sociali professionali:
    –  dell’Ambito Distrettuale Sociale n. 21 “Val Vibrata”,
    –  dell’Ambito Distrettuale Sociale n. 22 “Tordino – Vomano”,
    – ovvero essere utenti già presi in carico da almeno tre mesi ai sensi della DGR n. 143/2023 dai Servizi sanitari e sociosanitari: del Dipartimento di Salute Mentale della A.S.L. Teramo.           In caso di nuovi richiedenti, dovrà essere trasmessa istanza di accesso al Servizio sociale professionale dell’Ente di rispettiva competenza territoriale preventivamente alla presentazione della domanda di accesso ai benefici del presente Avviso.
  2. essere residenti in uno dei seguenti Comuni facenti parte degli Ambiti Distrettuali Sociali citati al precedente punto a):
    – Comuni dell’Ambito Distrettuale Sociale n. 21 “Val Vibrata”: Alba Adriatica, Ancarano, Civitella del Tronto, Colonnella, Controguerra, Corropoli, Martinsicuro, Nereto, Sant’Egidio alla            Vibrata, Sant’Omero, Torano Nuovo, Tortoreto;
    – Comuni dell’Ambito Distrettuale Sociale n. 22 “Tordino – Vomano”: Bellante, Giulianova, Morro d’Oro, Mosciano Sant’Angelo, Notaresco, Roseto degli Abruzzi;
    Detto requisito non è richiesto per le persone senza fissa dimora e cittadini di paesi terzi per i quali si rinvia allo strumento della residenza fittizia.
  3.   essere disoccupati o inoccupati ai sensi del D.Lgs. n. 150/2015;
  4.  trovarsi in almeno una delle seguenti condizioni:
    – soggetti svantaggiati ai sensi della Legge 104/1992 artt. 3 comma 1 e 3,
    – soggetti invalidi civili,
    – soggetti con disabilità non inseriti nelle convenzioni del collocamento mirato ai sensi dell’art. 1, comma 1, Legge, 12 marzo 1999, n. 68,
    – disabili, invalidi civili, psichici e sensoriali, per i quali trovano applicazione le specifiche disposizioni contenute e previste all’art. 11, comma 2, Legge, 12 marzo 1999, n. 68,
    – soggetti svantaggiati ai sensi dell’art. 4, comma 1, Legge 08/11/1991, n. 381;
    – soggetti inseriti nei programmi di assistenza ai sensi dell’art. 13, Legge, 11 agosto 2003, n. 228 a favore di vittime di tratta;
    – soggetti inseriti nei programmi di assistenza e integrazione sociale ai sensi dell’art. 18, D.Lgs. 25 luglio 1998, n. 286 a favore di vittime di violenza e di grave sfruttamento da parte delle organizzazioni criminali;
    – soggetti inseriti nei programmi di intervento e servizi ai sensi della Leggi, n. 154/2001 – 38/2009 – 119/2013 a favore di vittime di violenza nelle relazioni familiari e/o di genere;
    – soggetti over 45 anni;
    – cittadini di Paesi Terzi;
    – senza fissa dimora (secondo quanto stabilito dalla Classificazione ETHOS delle Linee guida nazionali sul disagio adulti);
    – persone in situazione di povertà certificata da ISEE Ordinario con un valore non superiore a € 9.360,00 (le persone con disabilità grave e non autosufficienza riconosciuta e certificata       possono presentare ISEE socio-sanitario ristretto);
    – persone prese in carico da parte del Distretto/Servizio Sanitario della A.S.L. Teramo ai sensi della DGR n. 143/2023.

Le candidature potranno essere presentate a partire dal 19/01/2024 e dovranno pervenire entro le ore 18.00 del 19/02/2024.

AVVISO-PUBBLICO-INCLUDI-LAVORO.pdf

DOMANDA-ISCRIZIONE-INBTERVENTO-INCLUDI-LAVORO.doc

AUTODICHIARAZIONE-REQUISITI-INCLUDI-LAVORO.docx