Bellante, 8 gennaio 2024

La L.R.  23 novembre 2012 n. 57 “Interventi Regionali per la Vita Indipendente”, modificata dalla L.R. 14 gennaio 2020 n. 1 riconosce e garantisce alle persone con disabilità grave il diritto alla vita indipendente ed autodeterminata, attraverso il finanziamento di progetti annuali di assistenza personale autogestita, finalizzata a contrastare l’isolamento, a garantire la vita all’interno della comunità e l’integrazione con il proprio ambiente sociale.
Base fondamentale di ogni progetto di “Vita Indipendente” è l’assunzione di un assistente personale mediante la stipula di un contratto di lavoro ai sensi della vigente normativa.
I progetti di “Vita Indipendente”, in quanto finalizzati al raggiungimento della piena autonomia personale, non devono essere interpretati come interventi di sostegno al nucleo familiare, né come interventi sostitutivi dell’attività di assistenza tutelare, tanto meno come interventi di carattere sanitario di competenza infermieristica o riabilitativa.
La persona con disabilità sceglie autonomamente il proprio assistente personale, che può essere anche un familiare, ed è tenuta a regolarizzarne il rapporto di lavoro nel rispetto delle forme contrattuali previste dalla normativa vigente. La titolarità e la responsabilità nella scelta, nella formazione e nella gestione del rapporto di lavoro dell’assistente personale è esclusivamente del richiedente o legale rappresentante.

I cittadini residenti nei Comuni dell’Ambito Distrettuale Sociale n. 22 Tordino Vomano, a cui afferiscono i Comuni di Bellante, Giulianova, Morro d’Oro, Mosciano Sant’Angelo, Notaresco, Roseto degli Abruzzi che intendono usufruire di questa tipologia di intervento possono presentare domanda direttamente al Comune di residenza se in possesso dei seguenti requisiti di accesso:

  1. disabilità in situazione di gravità, come individuate dall’art. 3 comma 3 della legge 104/92 con permanente grave limitazione dell’autonomia personale NON derivante da patologie strettamente connesse ai processi di invecchiamento, NON superabile attraverso la fornitura di sussidi tecnici, informatici, protesi o altre forme di sostegno rivolte a facilitare l’autosufficienza e le possibilità di integrazione degli stessi;
  2.  residenti nei comuni dell’Ambito Distrettuale n. 22 Tordino Vomano;
  3.  con ISEE socio-sanitario non superiore a 20.000, 00 Euro in corso di validità;
  4.  di età superiore ai 18 anni.

Gli interessati, possono presentare tramite PEC all’indirizzo protocollo@pec.comune.bellante.te.it  o consegna manuale presso lo sportello del Segretariato Sociale del Comune di Bellante, entro e non oltre il 31 gennaio 2024,  la domanda debitamente firmata, che dovrà contenere obbligatoriamente, a pena di esclusione, la seguente documentazione:

  1. progetto individuale di assistenza personale autogestita che illustri le esigenze personali e gli obiettivi di massima che si intendono soddisfare oltre al piano economico generale di spesa preventivato in base al monte di assistenza previsto,
  2. ISEE socio-sanitario 2024 in corso di validità, si precisa che l’attestazione ISEE potrà eventualmente pervenire entro e non oltre il 16 febbraio 2024, ad integrazione della domanda presentata entro e non oltre il 31 gennaio 2024, a pena d’esclusione,
  3. certificazione rilasciata ai sensi dell’art. 3 comma 3 della Legge 5.2.1992 n. 104,
  4. fotocopia del documento di identità in corso di validità,
  5. eventuale copia di Decreto di nomina di Amministratore di Sostegno,
  6. indirizzo email per le comunicazioni relative al procedimento.

Oltre che sul sito istituzionale del Comune di Bellante, il modello di domanda è disponibile presso l’Ufficio Politiche Sociali del Comune di Bellante [referenti: Giovanna Cascioli Tel. 0861/6170316 (Segretariato Sociale) – Franca Capece Tel. 0861/6170316 (Assistente Sociale) ].

Inizio presentazione domande 08/01/2024 – termine presentazione domande 31/01/2024.