Bellante, 20 maggio 2020

Si informa la cittadinanza che, con decorrenza dal 20 maggio 2020 e fino a cessata emergenza, il Sindaco, con ordinanza n. 17 del 19/05/2020, ha disposto la riapertura al pubblico di tutti gli uffici comunali, con l’osservanza delle seguenti prescrizioni per l’accesso:

  • E’ vietato l’ingresso al pubblico nella sede municipale in presenza di febbre, tosse, sintomi influenzali, etc., che possano costituire segnali di contagio da Covid-19.
  • E’ vietato l’accesso nell’atrio senza l’ausilio di mascherine del tipo chirurgiche, FFP2, FFP3.
  • E’ vietato l’uso di mascherine all’interno della casa municipale di mascherine del tipo FFP2 ed FFP3 con filtro.
  • Il personale che svolge attività di front-office e/o accoglie il pubblico, nonché coloro che si presenteranno all’ingresso dei singoli uffici dovranno indossare la mascherina mantenendosi a distanza di sicurezza non inferiore ad un metro. Per nessun motivo è consentito salutarsi stringendosi la mano o avvicinarsi a distanza inferiore ad un metro.
  • Gli utenti che devono accedere agli uffici tecnici comunali verranno ricevuti solo per appuntamento.
  • Il pubblico, una volta avuto accesso nell’atrio del Comune, dovrà mantenersi a distanza di sicurezza di almeno un metro e dovrà accomodarsi seduto, se ci sono posti disponibili, nella rispettiva zona di attesa dell’ufficio interessato. Tutte le persone in attesa devono evitare di muoversi all’interno dei locali, sino a che non sarà il proprio turno, sempre mantenendo la distanza interpersonale di sicurezza di almeno un metro anche nella stanza ove l’appuntamento avrà luogo.

 L’ufficio dei servizi demografici resta chiuso al pubblico il giovedì,

fino a cessata emergenza.

Si avverte che la violazione di quanto disposto nella precitata ordinanza n. 17/2020 e qui sopra parzialmente riportata, comporta l’applicazione delle sanzioni previste dalla normativa in materia e che la mancata osservanza delle disposizioni sopracitate è sanzionabile ai sensi dell’art. 650 del Codice Penale.

ordinanza n. 17/2020